Regolamento

REGOLE PRIMARIE

1. Prima di ogni partita la distinta dovrà esser consegnata all’arbitro.
2. In distinta la squadra dev’essere composta da un minimo di 4 ad un massimo di 12 giocatori.
3. I giocatori minorenni devono avere minimo 16 anni compiuti e devono avere l’autorizzazione scritta di un genitore a partecipare.
4. Nella distinta è ammesso max 2 tesserati alla figc (dalla 1° categoria).
5. Durata partite: 2 tempi da 25 minuti con pausa di max 5 minuti.
6. E’ possibile chiedere un TIME-OUT (1min.) per tempo, il capitano responsabile dovrà comunicare all’arbitro l’intenzione di usufruire del time-out e sarà concesso alla prima interruzione di gioco con rimessa a favore.
7. L’arbitro deve comunicarlo all’avversario del richiedente e a voce alta.
8. La squadra non può scendere in campo con meno di 4 giocatori.
9. nelle distinte non vanno inseriti i nomi di tutti gli iscritti ma solo di quelli che giocano quella partita.
10. Nella distinte, segnate bene i numeri di maglia.
11. Nel caso di ritardo di una squadra, il tempo massimo di attesa è di 15 minuti, termine oltre il quale si prevede la sconfitta per 6 – 0 a tavolino.
12. Nel caso si voglia richiedere lo spostamento di una partita, chiedere prima al responsabile della squadra avversari e poi comunicarlo all’organizzazione, se la squadra avversaria non accetta il rinvio, si provvederà ad attuare la regola n.11 (tranne che per motivi di assoluta serietà quali lutti o salute ). Penale di €50,00 da scalare dalla cauzione versata dalla squadra che non si presenta.
13. La richiesta di spostamento di una partita, costerà €5 di multa alla richiedente o €20 se la partita è in programma in via Baraggino a Chivasso.
14. Il campo si paga prima dell’inizio della partita
15. Dal 31 marzo 2018 non si accettano più nuovi iscritti
16. L’arbitro ha la facoltà di interrompere la partita se lo ritiene opportuno.
17. L’organizzazione ha la facoltà di interrompere la partita se lo ritiene opportuno.
18. L’organizzazione ha la facoltà si squalificare chiunque (anche se stesso) per inadempienze riscontrate all’interno dell’Associazione “NEL MONDO DI ALICE”.
19. L’organizzazione ha la facoltà si squalificare chiunque (anche se stesso) per comportamenti aggressivi o di estrema maleducazione, anche se non ammoniti dall’arbitro in questione.
20. L’organizzazione ha la facoltà di rinviare le partite se lo ritiene opportuno, e provvederà ad avvisare i responsabili delle squadre interessate.
21. Solo ed esclusivamente l’arbitro, può rinviare una partita per impraticabilità del campo a pochi minuti dall’inizio.
22. La classifica sarà così stilata: punti, scontro diretto, differenza reti nello scontro diretto, differenza reti generale, maggior numero di reti fatte.
23. 1 giornata di squalifica alla 5° ammonizione
24. 2 giornate di squalifica e €5 di multa con Espulsione diretta .
25. Doppia ammonizione nella stessa partita, espulsione (5€ di multa) e 1 giornata di squalifica. Per giocatori con 3 o più ammonizioni in partite precedenti, la doppia ammonizione nella stessa partita, con espulsione (5€ di multa) e 2 giornate di squalifica.
26. Dopo l’espulsione, la squadra potrà far entrare il 5° giocatore dalla panchina dopo aver atteso 2 minuti o dopo aver subito una rete.
27. L’arbitro deve ammonire chi offende l’avversario, chi offende l’arbitro.
28. Le altre ammonizioni sono a discrezione dell’arbitro.
29. Si possono chiedere giocatori in prestito ad altre squadre: La squadra intenzionata a chiedere in prestito un giocatore, deve innanzitutto chiedere al capitano della squadra avversaria l’autorizzazione, dopo di che avvisare l’organizzazione di avvenuto prestito. Il prestito di un portiere può esser chiesto a prescindere dai giocatori presenti in campo, mentre il prestito di un giocatore è consentito solo se il numero dei giocatori presenti in campo è 5 compreso l’aggregato. Se il capitano avversario nega autorizzazione, l’organizzazione non può in alcun modo intervenire.
30. Per non intralciare il gioco, l’arbitro resta sempre a bordo campo, perciò si chiede la massima collaborazione nel caso in cui ci sia un fallo non visto o se la palla fuoriesce dall’altra parte del campo. Fair play
31. Chi arbitra lo fa per farvi divertire, anche se sbaglia non mandatelo a quel paese anche fuori dal rettangolo di gioco. (s’è visto anche questo)
32. Se, durante l’effettuazione di una sostituzione, un sostituto entra nel rettangolo di gioco prima che il calciatore sostituito ne sia completamente uscito:

  • il gioco sarà interrotto;
  • il calciatore sostituito dovrà lasciare il rettangolo di gioco;
  • il gioco sarà ripreso con un calcio di punizione indiretto che sarà calciato dalla squadra avversaria dal punto in cui era il pallone quando il giuoco è stato interrotto.

REGOLE DI GIOCO

A. IL PORTIERE:
1. Il portiere può lanciare la palla al di là della linea di centrocampo con le mani
2. Il portiere non può toccare il pallone con le mani su retropassaggio del compagno.
3. Il portiere non può toccare per 2 volte consecutive il pallone se prima non ha oltrepassato la linea del centrocampo o se prima non è stata toccata da un avversario.
4. Il portiere ha 4 secondi di tempo per rilanciare il pallone
5. Il portiere deve battere la rimessa dal fondo con le mani e la palla deve uscire dall’area prima di essere toccata da un compagno
6. Il portiere può far gol anche dalla propria area rilanciando il pallone con i piedi.
7. Il portiere può intervenire in scivolata se dentro la propria area, purché egli non giochi in maniera imprudente, spericolata o con sproporzionata vigoria;
B. SEGNATURA DI UNA RETE:
1. Una rete può essere segnata direttamente su calcio d’inizio.
2. Una rete può essere segnata direttamente da calcio d’angolo.
3. La rete da rimessa laterale è valido se la palla viene toccata da un qualsiasi giocatore all’interno del campo.
4. Con un calcio di punizione indiretto può essere segnata una rete soltanto se il pallone tocca un altro calciatore prima di entrare in porta.
C. PUNIZIONI
I falli ed i comportamenti antisportivi devono essere puniti come segue:
1. Calcio di punizione diretto; alla squadra avversaria viene accordato un calcio di punizione diretto quando un calciatore commette uno dei seguenti sei falli in un modo che l’arbitro ritiene imprudente, spericolato o con sproporzionata vigoria:

  • dare o tentare di dare un calcio ad un avversario;
  • fare o tentare di fare uno sgambetto all’avversario;
  • saltare su un avversario;
  • caricare un avversario, anche con la spalla;
  • colpire o tentare di colpire un avversario
  • spingere un avversario.

2. Alla squadra avversaria viene accordato un calcio di punizione diretto anche quando un calciatore commette una delle seguenti infrazioni:

  • trattiene un avversario;
  • sputa contro un avversario;
  • tenta di giocare il pallone intervenendo in scivolata entro il metro di distanza su un avversario che sia in possesso del pallone o che sia in procinto di giocarlo. Questa norma non si applica al portiere che si trova nella propria area di rigore, purché egli non giochi in maniera imprudente, spericolata o con sproporzionata vigoria;
  • tocca deliberatamente il pallone con le mani. Questa norma non si applica al portiere che si trova nella propria area di rigore.

Il calcio di punizione diretto va battuto dal punto in cui è stato commesso il fallo, si hanno 4 secondi di tempo a meno che non si chieda la distanza, sarà l’arbitro a fischiare la battuta.
3. I falli sopra elencati sono considerati falli cumulativi.
4. Tiro libero dal sesto (6°) fallo cumulativo per ciascuna delle due squadre in ognuno dei due tempi:

  • i calciatori della squadra avversaria non potranno formare una barriera per difendersi dal calcio di punizione;
  • il calciatore che esegue il tiro libero deve essere debitamente identificato;
  • il portiere deve rimanere nella propria area di rigore ad almeno 5 m. dal pallone;
  • tutti gli altri calciatori non devono oltrepassare la linea immaginaria che attraversa il pallone, parallela alla linea di porta, fuori dall’area di rigore. Debbono trovarsi a 5 m. dal pallone e non possono ostacolare il calciatore che effettua il tiro libero. Nessun calciatore può oltrepassare la linea immaginaria fino a quando il pallone non sia regolarmente in giuoco.

Procedura
La procedura per l’esecuzione del tiro libero è la seguente:

  • il calciatore che effettua il tiro libero deve calciare con l’intenzione di segnare una rete e non può passare il pallone ad altri calciatori;
  • dopo che il tiro libero è stato effettuato, nessun calciatore potrà toccare o giuocare il pallone fino a quando questo non sia stato toccato o giocato dal portiere, non sia rimbalzato dal palo o dalla sbarra trasversale;
  • I falli cumulativi vengono azzerati nel secondo tempo.

5. Calcio di punizione indiretto; alla squadra avversaria viene assegnato un calcio di punizione indiretto, che dovrà essere battuto dal punto in cui è stata commessa l’infrazione, anche quando, secondo il parere dell’arbitro, un calciatore:

  • giuoca in modo pericoloso;
  • impedisce intenzionalmente la progressione di un avversario senza che il pallone sia giocato;
  • ostacola il portiere nell’atto di liberarsi del pallone che ha tra le mani;
  • commette qualsiasi altra infrazione, non precedentemente menzionata, per la quale il giuoco viene interrotto per ammonire o espellere un calciatore.

Il calcio di punizione indiretto deve essere battuto nel punto in cui è stata commessa l’infrazione, , si hanno 4 secondi di tempo a meno che non si chieda la distanza, sarà l’arbitro a fischiare la battuta.
6. Calcio di rigore
 Viene assegnato un calcio di rigore quando un calciatore commette uno dei suddetti falli all’interno della propria area di rigore, indipendentemente dalla posizione del pallone, purchè lo stesso sia in giuoco.
Se l’arbitro non fischia, il gioco continua in qualsiasi caso.
L’arbitro è un essere umano, capita che possa sbagliare.
D. DISTANZE E RIMESSE IN GIOCO:

  • Le rimesse in gioco devono essere effettuate entro 4 secondi.
  • Rimessa laterale: la palla deve restare sulla linea gialla laterale o max 25 cm verso l’esterno, la palla non dev’essere in movimento e lasciamo perdere la regola del piede in campo, non siamo professionisti.
  • La distanza dalla rimessa laterale è di 2 metri.
  • La distanza dal pallone dal calcio di punizione e dal calcio d’angolo è di 5 metri.
  • Calcio d’inizio con palla in avanti, al primo errore si ripete al secondo è punizione indiretta per la squadra avversaria.
  • Il calciatore che batte il calcio d’inizio non può toccare nuovamente il pallone prima che lo abbia toccato un altro calciatore;

 

E. PREMI E PRECISAZIONI:

 

IN CASO DI COMUNICAZIONI, RICHIESTE, SPIEGAZIONI, LAMENTELE ECC.. ECC.. CONTATTARE:

BEPPE 349-1803393

MARZIA 335-5691795

FACEBOOK: GIUSEPPE PEPPO DI GREGORIO

FACEBOOK GRUPPO :

MONDO ALICE LEAGUE “ Sergio Di Gregorio”.

Lascia un commento